Cosa c’è in un cosmetico? Guida alle sostanze principali

sostanze dei cosmetici

Per prodotto cosmetico si intende qualsiasi sostanza o miscela destinata ad essere applicata sulle parti esterne del corpo umano “epidermide, sistema pilifero, capelli, unghie, labbra organi genitali esterni”oppure sui denti e le mucose della bocca allo scopo esclusivamente o prevalentemente di pulirli, profumarli, modificarne l’aspetto, proteggerli, mantenerli in buono stato o correggere gli odori corporei. 

Questa informazione è stata dettata dal Ministero della Salute.

Le sostanze dei cosmetici:

Le sostanze presenti nei cosmetici, cioè, il modo di prepare e formulare un cosmetico non cambia, sia esso biologico o non. In quel caso cambierà solo la materia prima scelta a svolgere determinate funzioni.

Vi elenco le sostanze utilizzate per realizzare un cosmetico, anche se non le troverete tutte all’interno di un prodotto. Per esempio, un bagnoschiuma non avrà la stessa formulazione di una crema viso.

Tensioattivi:

Sono molecole presenti nei prodotti per la detergenza (shampoo, bagnoschiuma…). Queste molecole sono caratterizzate da una testa che ama l’acqua (idrofila) e una coda che odia l’acqua (idrofoba)che quindi predilige l’olio. Queste particelle si attaccano allo sporco e tramite il risciacquo lo mandano via. Il tensioattivo migliora anche la bagnabilità. In merito vi faccio un esempio, se prendiamo una maglia e la mettiamo in acqua, si bagna ma non completamente. Se aggiungiamo il detersivo, la maglia si impregnerà completamente di acqua. Questo perchè il tensioattivo aiuta l’acqua a penetrare nella fibra. 

I tensioattivi possono essere usati anche per altri scopi:

  • Solubilizzante: aiuta la dispersione di goccioline di olio nell’acqua.
  • Condizionanti: aiutano a eliminare a carica elettrostatica,migliorano la pettinabilità dei capelli. Sono comunemente presenti nel balsamo.
  • Emulsionanti.

Emulsionanti:

L’emulsionante permette di legare in maniera duratura due sostanze che normalmente non sono miscelabili tra loro. Se prendiamo dell’acqua e dell’olio, noteremo che non si uniscono, se agitiamo il composto queste due sostanze si fonderanno ma per un tempo brevissimo. Ecco l’emulsionante serve proprio per rendere possibile la fusione tra acqua e olio e mantenerla stabile nel tempo.

Lipidi. Emollienti:

Gli emollienti vengono utilizzati nei cosmetici per ammorbidire, rendere liscio e morbido. Si dividono in oli, burri e cere. Si usano per apportare alla pelle e ai capelli sostanze nutritive e ripristinare il film lipidico.

Umettanti:

Gli umettanti sono sostanze igroscopiche (si legano all’acqua) e sono utilizzate per favorire l’idratazione attiva. Sono in grado di fissare l’acqua sulla superficie cutanea. Sono utilizzati per simulare il naturale fattore di idratazione della pelle in caso di carenza.

Antiossidanti:

Gli antiossidanti si inseriscono nelle formulazioni che presentano lipidi, per evitarne l’ossidazione e l’irrancidimento.

Sequestranti, Chelanti:

I sequestranti vengono utilizzati per combattere la presenza di metalli all’interno dei cosmetici, che potrebbero provocare cambio di colore, ossidazione ed irrancidimento. 

Possono avere anche capacità conservanti,antiossidanti e antimicrobiche abbinati ad altre sostanze.

Addittivi Reologici, Gelificanti:

Gli additivi reologici si usano per migliorare e cambiare la texture di un cosmetico. Riescono a migliorarne la viscosità, consistenza, spalmabilità e hanno proprietà filmogene. Vengono usati anche per creare gel cosmetici.

Conservanti, Antimicrobici:

I conservanti servono per impedire lo sviluppo batterico e di muffe all’interno del cosmetico. Senza queste sostanze, il cosmetico non durerebbe neanche 1 giorno.

Le sostanze sopra elencate prendono il nome di eccipienti. Queste sostanze fungono da impalcatura per la creazione del cosmetico, ma anche per rendere possibile la veicolazione dei principi attivi.  

Principi Attivi:

Viene considerato “attivo”un ingrediente che partecipa attivamente al miglioramento della superficie sulla quale viene applicato. Si aggiungono alla formulazione base( formula con eccipienti) per potenziarla e dargli una precisa funzione. Sono sostanze nobili.

Insieme agli eccipienti e i principi attivi ci sono altre sostanze che servono per rifinire e migliorare il cosmetico. Sono di solito quelle presenti in quantità minore:

Profumo:

Il profumo viene utilizzato per migliorare la profumazione del cosmetico e coprire gli odori sgradevoli di alcune materie prime

Coloranti, Pigmenti:

I coloranti si usano per:

  • Conferire al prodotto proprietà tintorie (make up)
  • Maschera colorazioni sgradevoli dei cosmetici.
  • Per migliorare l’estetista del prodotto e differenziare cosmetici della stessa linea.

Regolatori del ph:

Queste sostanze si usano per cambiare il ph del cosmetico,alzandolo o abbassandolo (acido o basico). Questo permette di bilanciare il cosmetico con il ph della zona dove andrà applicato.

 

Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *