Porosità dei capelli: come riconoscerla

porosità capeli

La porosità dei capelli consiste nella capacità della cuticola capillare di mantenere e trattenere l’umidità.

Perchè è importante conoscere la porosità dei capelli?

I capelli per struttura siano essi lisci, mossi, ricci o afro sono costituiti tutti da un fusto  che è la parte visibile, costituito a sua volta da una zona esterna che prende il nome di cuticola, che è formata da delle squame sovrapposte di cheratina. 

Fatta questa premessa, sappiamo, che non tutte le tipologie di capelli tollerano gli stessi trattamenti. 

Ti è capitato almeno una volta di utilizzare un prodotto che risultava pesante, o che addirittura sembrava non penetrare nel capello? 

Ecco, che conoscere la porosità dei propri capelli, diventa fondamentale, per imparare quali prodotti utilizzare per mantenere la chioma sana, forte, luminosa, nutrita e idratata.

Tipi di porosità dei capelli:

In base alla chiusura o l’apertura delle squame di cheratina, possiamo distinguere relativamente bassa porosità, media porosità e alta porosità. 

La porosità dei capelli è caratterizzata da una componente genetica, ma può essere anche la conseguenza di fattori esterni come decolorazioni, uso di calore eccessivo, sole, salsedine e trattamenti aggressivi.

porosità capelli

Bassa porosità:

I capelli, appaiono sani e luminosi, le squame sono molto molto strette e svrapposte tra loro. Di contro, risultano impermeabili, impiegando molto tempo a bagnarsi completamente e i prodotti utilizzati non penetrando nella struttura, rimangono in superficie, facendoli sporcare più rapidamente. Impiegano molto tempo ad asciugarsi, infatti, si noteranno molte goccioline d’acqua cadere dalle punte, dopo il lavaggio.

Consigli:

  • Applicare un asciugamano caldo sui capelli per almeno 15minuti prima di applicare maschere e/o  impacchi pre-shampoo.
  • Applicare i prodotti sui capelli umidi, quando sono bagnati completamente le squame con la pesantezza dell’acqua risultano ancora più chiuse.
  • Avvolgere sempre i capelli in una cuffia, per tenere in posa maschere.
  • Utilizzare acqua caldina per lavarli.
Cosa usare:
  • Prodotti come creme e lozioni leggere.
  • Prediligere prodotti umettanti e idratanti come glicerina e miele.
  • Utilizzare oli leggeri (mandorle dolci, argan,) o medi (germe di grano, canapa) (riscaldati leggermente prima dell’applicazione su capello umido).

Media/normale porosità:

I capelli di questa categoria, hanno squame compatte che però, si aprono e chiudono facilmente lasciando passare facilmente l’umidità. Risultano elastici e mantengono molto bene le  acconciature. Accettano molto bene i prodotti anche quelli più grassi e nutritivi. Si bagnano e asciugano facilmente.

Consigli:

  • Proprio perché il capello tollera bene trattamenti e styling, non abusarne per non rovinare la condizione dei tuoi capelli.
  • Fornisci alla tua chioma nutrimento per mantenerli sani.

Alta porosità:

La cuticola dei capelli ad alta porosità, risulta rialzata con dei solchi all’interno. Vengono definiti “spugna” per la capacità di assorbire tantissima acqua e prodotti applicati, ma di contro hanno la tendenza a perdere velocemente ciò che hanno assorbito. Risultano opachi, con scarsa brillantezza e lucentezza. Questa caratteristiche può essere genetica, oppure, come conseguenza di decolorazioni o trattamenti chimici aggressivi.  Risultano molto fragili, crespi e si asciugano molto rapidamente, 

Consigli:

  • Evitare il calore eccessivo, in quanto contribuirebbe all’apertura delle squame.
  • Fai una passata di aria fredda al termine dell’asciugatura con il phon. Il freddo chiude le cuticole e le lucida.
Cosa usare:
  • Si a balsami leave in (senza risciacquo), per districare i nodi che si formano facilmente.
  • Risciacquo acido: 1 bicchierino di aceto di mele diluito in una bacinella d’acqua come ultimo step dopo il lavaggio, aiuta a sigillare le cuticole.
  • Prodotti sigillanti pre-asciugatura: termo-protettori, creme anticrespo.
  • Utilizzo di oli e burri ricchi: le ceramidi presenti in essi, andranno a riempire i solchi sulle cuticole.
  • Si all’uso di proteine (proteine del grano e della seta) che rinforzano i capelli e donano lucentezza e corpo.
  • Utilizzo di erbe ayurvediche (cassia e amla) che aiutano a rinforzare.

Come capire la porosità dei capelli?

Vuoi sapere qual’è la porosità dei tuoi capelli? Ti propongo dei semplicissimi test

Test del bicchiere:

Questo test è facile da realizzare, ma personalmente non lo trovo molto affidabile.

Prendi un bicchiere con dell’acqua e immergi all’interno un capello(pulito,asciutto e privo di prodotti styling). Attendi almeno 10 minuti.

Bassa porosità: il capello è rimasto in superficie. 

Media porosità: il capello si trova al centro del bicchiere.

Alta porosità: il capello ha assorbito molta acqua e quindi si trova sul fondo.

Test dello sfregamento:

Questo test è quello che utilizzo maggiormente quando devo determinare la porosità di un capello. Prendi una sottile ciocca di capelli. Tienila ferma alle punte. Fai scorrere indice e medio verso l’alto (verso la cute).

Se la superficie è liscia e compatta: bassa porosità

Se la superficie risulta compatta ma si riescono a percepire piccole squame: media porosità.

Se la superficie di presenta irregolare e ruvida: alta porosità.

Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *