Come fare l’hennè: preparazione e applicazione

henne

L’applicazione dell’hennè può sembrare laboriosa e difficile. Ma ti assicuro, che con i giusti consigli, non avrai nessuna difficoltà. 

Nell’articolo precedente, ti spiego tutto quello che cè da sapere sullhenne.

Quantità e utensili:

La quantità di hennè da utilizzare per coprire tutta la testa è soggettivo. Dipende dalla lunghezza e dalla massa della tua chioma. Questo schemino riassume la quantità più o meno necessaria:

  • Capelli corti: 50-100 gr.
  • Capelli lunghi fino al collo: 120-200 gr.
  • Capelli lunghi fino alle spalle: 200-300 gr.
  • Capelli lunghi fino alla vita: 300-500 gr.
Ovviamente la parola d’ordine è sperimentare. Dopo la prima volta, imparerai la quantità di cui avrai bisogno per tingere tutta la testa.
Occorrente: guanti (le mani si macchiano facilmente), asciugamani vecchi (l’hennè tinge anche i tessuti), ciotole e cucchiaini di vetro,plastica o ceramica (evita i metalli), pellicola trasparente/cuffietta da doccia, pennello da tinta(opzionale), cappellino di lana(opzionale).

Come si prepara:

La consistenza della “pappetta” e la temperatura sono due parametri fondamentali per la buona riuscita della colorazione.

  • La pappetta si prepara aggiungendo acqua calda la temperatura giusta è dai 50 ai 70 gradi.
  • La quantità di acqua da aggiungere non è universale, dipende dalla polvere che si sta utilizzando, non tutte le polveri assorbono la stessa quantità d’acqua. La consistenza giusta deve essere liscia priva di grumi e deve ricordare uno yogurt (cremoso ma non liquido). Meglio più liquida che troppo densa.

La pappetta appena creata può essere immediatamente utilizzata, oppure renderla più acida.

  • Per rendere la pappetta più acida bisogna aggiungere al composto aceto o limone. Questo aiuta a fissare meglio il colore e ridurre un po’ i tempi di posa. (acidificando il composto, il colore diventerà molto più caldo, sui toni dell’arancio). Se hai capelli e cute secchi, evita questo passaggio.

C’è chi consiglia anche l’aggiunta di yogurt, personalmente non lo prediligo perché essendo una sostanza grassa, sopratutto nelle prime applicazioni,  funge da filmante.

Importante mantenere la pappetta al caldo, io di solito la immergo a bagnomaria in una bacinella con acqua calda, così mentre la applico rimane caldina.

Applicazione:

L’applicazione dell’hennè è facile, anche senza l’aiuto di qualcuno.  Ci sono delle raccomandazione da seguire. I capelli devono essere puliti, sebo e sporco, non farebbero attaccare bene il pigmento, creando disomogeneità. I capelli possono essere sia asciutti che bagnati non fa differenza sulla riuscita della tintura. Personalmente, trovo più agevole l’applicazione su capello bagnato, ma è soggettivo.

  • Pettina i capelli e dividili in ciocche;
  • l’applicazione può avvenire sia con un pennello, che con le mani (con i guanti mi raccomando);
  • ricopri perfettamente i capelli dalle radici alle punte;
  •  avvolgi i capelli in una cuffietta da doccia o con della pellicola trasparente;
  • mantieni  la testa al caldo con un asciugamano o un cappellino di lana;

Tempi di posa:

I tempi di posa sono soggettivi, l’hennè dopo 1 ora – 1 ora e mezzo ha già tinto. Provato personalmente. In base all’intensità di colore che si vuole ottenere la posa può andare comunque dalle 2 ore fino alle 8 ore.

Per iniziare ti consiglio tempi di posa brevi, massimo 2 ore. Questo perché ogni capello reagisce differentemente. Ci sono capelli molto porosi che già dopo qualche ora hanno assorbito bene il colore e capelli che anche dopo ore non si colorano perfettamente.

Risciaquo:

Il risciacquo dopo l’applicazione dell’hennè è molto importante. Devi assicurarti di mandar via tutti i granellini di polvere, perché se no la testa inizierà a bruciare. Applicare lo shampoo è sconsigliato, l’hennè dopo il risciacquo continua ad ossidare fissando il colore. Fare lo shampoo, quindi, non farebbe fissare il colore e scaricherà più in fretta.

  • Sciacqua molto bene i capelli;
  • applicare un balsamo leggero, ti aiuterà a sciogliere la polvere in eccesso. Un prodotto troppo grasso, laverebbe via il pigmento appena depositat o sul capello;
  • aiutati con una spazzola o pettine a denti stretti per eliminare i residui di polvere dalle lunghezze;
  • effettua un risciacquo acido per lucidare e chiudere le squame dei capelli.

Per imparare a usare davvero l’hennè devi iniziare a sperimentare. Hai voglia di provare la differenza da una classica tintura chimica? Segui i miei consigli e cimentati in questo nuovo mondo. 

Articoli che potrebbero interessarti