Erbe Ayurvediche: cosa sono e come si usano

erbe ayurvediche

Nella cultura indiana l’uso di erbe ayurvediche per preservare la bellezza e il benessere ha origini antichissime

Cos'è l'Ayurveda

L’Ayurveda è la medicina tradizionale utilizzata in India. E’ una parola composta da ayur: durata della vita o longevità e veda: conoscenza rivelata. L’ayurveda, quindi, fonda il suo significato su delle pratiche, che se messe in atto, permettono di vivere più a lungo e migliorare la propria vita, salute e bellezza. Le origine antichissime risalgono al primo manoscritto che risale al 450a.c.

L’ayurveda prevede diverse discipline, le cure medicinali, i massaggi, le cure del corpo e lo yoga. 

In questo articolo ti mostro le erbe ayurvediche utilizzate per la pelle e i capelli.

Le erbe ayurvediche:

Con il termine erbe indiane ayurvediche indichiamo delle preparazioni in polvere,ottenute dalla polverizzazione di fiori,frutti, radici e foglie. Queste erbe possono essere usate sia per i capelli che per il viso/corpo.

Di polveri indiane ne esistono tante, ognuna di essa ha le sue caratteristiche peculiari. Si usano per:

  • Rinforzare i capelli.
  • Contrastare la forfora e squilibri della cute.
  • Come lavaggi alternativi.
  • Per la preparazione di tinture per capelli.
  • Come coadiuvanti dell’invecchiamento cutaneo.
  • Per effettuare scrub e pulizia del viso.
  • Come esaltatori di lucentezza dei capelli.
  •  Per combattere l’eccesso di sebo da pelle e capelli.
  • Per profumare.

Come si preparano le erbe ayurvediche?

Le erbe indiane si trovano sempre sotto forma di polvere. Non hanno tutte la stessa granulometria (cioè hanno una polverizzazione in grana diversa).Per essere utilizzate, devono essere addizionate con acqua calda (mai fredda, se no non rilasciano i propri benefici), creando una pappetta dalla consistenza dello yogurt. Possono essere anche preparate con un infuso (camomilla, the, infuso dell’erba stessa). 

Per prepararle una cosa fondamentale è non usare utensili di metallo in quanto può compromettere le proprietà delle erbette. Si, quindi, a contenitori e cucchiaini in ceramica, plastica, vetro.

Se l’erba secca , cosa posso aggiungere, per non trovarmi con capelli secchi e inariditi?

Ci sono alcune erbette che tendono a seccare i capelli, in questo caso è utile aggiungere alla preparazione dello yogurt bianco naturale (chiude le squame dei capelli e li rende lucidi e corposi), miele (addolcente e nutriente), gel di semi di lino o gel di aloe vera (idratanti,emollienti e dall’azione anti-crespo.

 

Come si applicano?

Come ti ho detto, le erbe ayurvediche possono essere adoperate sia per la cura del viso che dei capelli, vediamo nel dettaglio come applicare.

 

Per il viso:

I tipi di maschere che si possono realizzare con le polveri ayurvediche sono molte, ma possiamo classificarle in 3 categorie:

  • Purificanti: estraggono lo sporco dalla profondità della pelle, impedendo o limitando la formazione di punti neri e imperfezioni.
  • Nutrienti:: con l’apporto di vitamine e minerali, ringiovaniscono e rendono i pori più fini.
  • Stimolanti:   migliorano il colorito, l’idratazione e contrastano le irritazioni cutanee.

L’importante è non far seccare mai la polvere sul viso. I tempi di posa possono andare quindi dai 10min/20min. Nel momento in cui senti tirare il viso, corri a lavare via la maschera.

Per i capelli:

L’applicazione sui capelli avviene sotto forma di impacco, si crea la pappetta, si applica sui capelli con l’aiuto delle mani o un pennello, e si tiene al calduccio sotto la pellicola trasparente/ cuffietta da doccia e asciugamano caldo. 

  • L’applicazione sui capelli dovrebbe essere fatta sempre a capello pulito, in quanto il sebo e lo sporco presente su di essi non farebbero attecchire bene l’erbetta.
  • I capelli possono essere sia asciutti che bagnati, personalmente prediligo applicare le pappette su capelli bagnati e tamponati. Così si stendono con maggiore faciità e non mi creano sensazione di secchezza.
  • Il lavaggio dei capelli dovrebbe essere fatto prima dell’applicazione della polvere e non dopo. Questo perché lavare i capelli dopo vanifica gli effetti terapeutici delle erbette che anche dopo il risciacquo continuano ad ossidare sul capello.
  • Si può applicare un balsamo leggero per aiutare i capelli a liberarsi dai residui di polvere.
  • L’ ultimo risciacquo acido, aiuta a rendere la chioma luminosa e a chiudere e squame.

Se uso un erbetta lavante posso applicarla su capelli sporchi?

Si e no. Le erbette lavanti non sgrassano allo stesso modo di un tensioattivo. Se i tuoi capelli si presentano molto sporchi, procedi prima a uno shampoo leggero e poi all’applicazione dell’erbetta lavante.

Devo essere eco bio frendly per poter usare le erbette?

In questo blog si fa anche umorismo, ma non terrorismo. Utilizzare prodotti eco-bio sarebbe ideale, ma non indispensabile. Viene da sè che l’uso di prodotti a base di petrolati e siliconi funge un po’ come l’applicazione dell’olio nella pappetta. Schermando e non permettono alle erbette di avvolgere e rilasciare a pieno benefici sulla chioma e il viso.

Una cosa importante è sull’uso di tinture e decolorazioni chimiche. Ci sono, purtroppo erbette che potrebbero interferire negativamente con i capelli tinti chimicamente. Sarebbe opportuno attenersi dall’uso nei 3 mesi successivi a tinture/decolorazioni e fare sempre un test preliminare. Erbette di questo tipo sono la Cassia (può rendere i capelli decolorati verdolini) e l’Amla che su capelli chiari/decolorati potrebbe scurire.

Io odio gli impacchi!

Soffri di cervicale? Non ti piace  stare con la testa bagnata per tante ore? Non vuoi dover girare per casa come Yzma e far concorrenza al suo turbante?

Le tue erbette puoi trasformarle in oleolito. Per crearlo ti basta prendere un olio vegetale vettore ad alto contenuto di vitamina E (olio di girasole, olio di riso, olio di sesamo) e mettere all’interno una o un mix di erbette a macerare per 45 giorni.

Katia, perché non possono miscelare le erbette con l’olio, ma posso utilizzare un oleolito?

L’oleolito è una preparazione che utilizza un olio per estrarre principi attivi liposolubili mediante la macerazione a freddo. Questa macerazione fa passare le sostanze nutritive dall’erba stessa all’olio.

 

Le erbette per il viso e i capelli sono le stesse?

Come ti ho già spiegato sopra, ci sono diverse tipologie di erbe indiane. In base alle proprie proprietà, vengono utilizzate e anche miscelate tra di loro.

Nei prossimi articoli ti parlerò nello specifico di alcune erbette. Ti lascio uno scherma di quelle principali e i loro  usi in breve.

  • Amla:  uva spirulina indiana stimola i follicoli piliferi aumenta la crescita dei capelli, li rinforza. Sul viso si usa per contrastare le macchie, ha azione tonificante ed anti-age.
  • Hennè : tintura naturale, rinforza e lucida i capelli.
  • Cassia : ristrutturante per capelli secchi, fragili e danneggiati.
  • Sidr:  lavaggio delicato per i capelli e perfetto per la pulizia del viso;
  • Indigo: riflessante  e sebo-regolatore.
  • NagarMotha: purifica la pelle grassa. Per i capelli è un riflessante e sulla cute riequilibria le ghiandole sebacee.
  • Kapoor khakili: stimola la crescita dei capelli, purifica la cute e si usa per profumare.
  • Shikakai: ricco di saponine, come lavaggio delicato per capelli. Ideale anche per la pulizia del viso.
  • Brahmi: utile contro la forfora, l’alopecia e i capelli radi.
  • Maka Bhringraj: cura la forfora e le irritazioni della cute, compresa l’alopecia.
  • Robbia Manjishta:  antiossidante e antibatterica per pelle e capelli. Capacità tintorie.
  • Neem: perfetto antibatterico e antiforfora. Perfetto anche per la pelle con acne e brufoli.
  • Aritha – Reetha: ricco di saponine, perfetto per il lavaggio di capelli e corpo.
  • Methi: rende i capelli lucidi e setosi. Rende la pelle tonica e rassodata.
  • Multani mati: è un argilla utile per contrastare la forfora e il sebo in eccesso sul viso.
  • Rhassoul – Ghassoul: è un argilla lavante. Si utilizza per il viso e il corpo. Purifica e regola le secrezioni sebacee;
  • Katira: non è una polvere, ma una gomma vegetale altamente idratante.

Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *