Neem:usi dell’olio e della polvere per il benessere

neem

Il neem o nim è considerato la “farmacia del villaggio” per le sue innumerevoli proprietà benefiche e curative. Applicato su pelle e capelli, contrasta la produione di sebo, normalizzando la cute e la pelle. 

Caratteristiche della pianta:

Il neem o nim(hindi) viene da ricavato dalla pianta di Azadirachra Indica originaria di India e Birmania. In India da secoli è definita la “farmacia del villaggio” per le sue numerose proprietà terapeutiche.  La pianta contiene oltre 100 principi attivi benefici e curativi. E’ una pianta che cresce in zone tropicali, richiede pochissime cure e  cresce anche in terreni impoveriti.  La parte maggiormente utilizzata della pianta sono le foglie, i frutti e la corteccia.

Proprietà del neem:

L’estratto di neem in India viene utilizzato per i più svariati usi grazie alle sue proprietà. Infatti, resiste a oltre 200 specie di acari,parassiti, funghi e batteri. Questo gli ha permesso di essere adoperato come insetticida e nelle preparazioni antiparassitarie per cani e gatti.

Si trova in commercio sottoforma di polvere ricavata dalle foglie della pianta essiccate che presenta proprietà  antibatteriche, antisettiche, disintossicante e seboregolarizzante. Utilizzata  per impacchi per i capelli e come maschere per il viso:

Capelli:

  •  Rimuove l’untuosità dei capelli grassi;
  • cura la forfora e lenisce il prurito ad essa legato;
  • rinforza il bulbo capillare;

Pelle:

  • Grazie alle proprietà antibatteriche è un valido alleato della pelle impura;
  • rimuove il sebo in eccesso;
  • contribuisce alla diminuzione/scomparsa di brufoli, punti neri;

E anche sottoforma di olio che viene ricavato dal frutto della pianta. Rispetto alla polvere, presenta una concentrazione più alta di principi attivi. Presenta proprietà antivirali, antibatteriche, antiparassitarie, antisettiche, antinfiammatorie, antifungine. Presenta svariati usi tra cui:

  • Per crampi e dolori muscolari: come olio da massaggio diluendo qualche goccia in un altro olio vegetale.
  •  Eczema, acne, dermatiti, herpes labiale: olio di neem direttamente sulla parte se la parte è circoscritta, se la parte è estesa va diluito.
  •  Emorroidi: diluire tre gocce di olio di neem in un cucchiaio di altro olio, applicare sulla parte ben lavata.
  • Pidocchi e forfora: 2/3 gocce diluite in una noce di shampoo. 
  •  Micosi e verruche:  si utilizza puro sulla parte interessata.
  • Psoriasi: se la parte è estesa diluire 10 gocce di olio di neem in 100 ml di altro olio e far assorbire massaggiando, oppure puro su una piccola area.
  • Azione insetticida: è un ottimo repellente per insetti.

Come utilizzarlo:

Per i capelli si può utilizzare l’olio come impacco pre-shampoo o la polvere come impacco post-shampoo: 

Impacco pre-shampoo: In questo caso è da prediligere l’uso dell’olio, da usare mescolato con un altro olio vegetale per creare un impacco super-nutriente, ma allo stesso tempo curativo. Si mescolano 10-15 gocce di olio di neem in olio vegetale (ricino, argan, cocco).Si applica su capelli umidi e si lascia in posa per almeno 30-60 minuti per poi procedere alla detersione.

Impacco post-shampoo: In questo caso viene utilizzata la polvere che si prepara come la maggior parte delle erbe ayurvediche. Miscelando la polvere con acqua calda e si applica sui capelli appena lavati. Si tiene coperto da pellicola per 15-30 minuti (non di più perchè potrebbe seccare  cute e capelli).

Sul viso: si applica preparando una maschera mescolando la polvere con acqua calda. Si applica sul viso pulito e asciutto e si ascia in posa 10-15 minuti (senza farla seccare)

L’olio puro di neem deve essere utilizzato con moderazione e facendo sempre una prova preliminare, per scongiurare il rischio di allergie o sensibilizzazione. Basta applicare un po’ di olio su una zona di pelle nascosta.

 

La polvere di neem può essere utilizzato pura o in sinergia con altre  erbe ayurvediche per potenziarne i benefici.

 

Il neem come anche il tea tree oil sono i miei mai più senza, ho la pelle mista e grazie a questi rimedi riesco ad avere un aspetto luminoso privo di imperfezioni.  Fammi sapere nei commenti se l’articolo ti è stato utile 🙂

Continue Reading

Brahmi: rivitalizzante per capelli e cuoio capelluto

brahmi

La polvere di Brahmi (Bacopa Monnieri)è considerata il più potente rivitalizzante per capelli. Ne previene la caduta e cura attivamente il cuoio capelluto. Perfetta anche per il viso, come trattamento anti-age e illuminante.

Caratteristiche della pianta:

Bacopa Monnieri è il nome della pianta issopo d’acqua, il cui nome indiano è Brahmi. Appartenente alla famiglia dele Plantaginaceae. E’ una pianta perenne acquatica, ha foglie succulente (come una pianta grassa che immagazzina acqua) oblunghe e presenta piccoli fiorellini di colore bianchi o viola chiaro. Cresce in zone umide e paludose,in acqua dolce o salmastra il fusto cresce al di sotto del livello dell’acqua. E’ originaria dell’india orientale, Australia, Europa, Africa; Asia e Nord-Sud America. 

Continua a leggere
Continue Reading

Cassia: hennè neutro rimedio naturale per capelli sottili

cassia

Cassia o Senna (hennè neutro) vero e proprio trattamento rinforzante e ristrutturante per capelli. I benefici dell’hennè senza però alterare il colore naturale della chioma.

Caratteristiche della pianta:

E’ una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Fabacee o leguminose. Originaria di Asia, Iran, Iraq, India, Pakistan e della fascia tropicale dell’Africa. I fiori si presentano di colori che vanno dal bianco al giallo e in alcuni casi anche rosa. La fioritura avviene in condizioni ottimali di umidità, che di solito coincide con la stagione delle piogge. La cassia prende diversi nomi in base alla zona in cui viene prodotta, in commercio si trova con i nomi: Cassia Obovata, Cassia Italica, Cassia Augustofilia (Senna). La polvere viene ricavata dai fiori essiccati e si presenta di colore verde chiaro. 

 

Continua a leggere
Continue Reading

Hennè (Lawsonia Inermis): tintura vegetale per capelli

hennè

L’Hennè tintura naturale che copre perfettamente i capelli bianchi e allo stesso tempo cura e migliora la salute di cuoio capelluto e capelli. Chioma colorata, sana e lucente.

Caratteristiche della pianta:

L’henne o henna in francese è il nome comune della Lawsonia Inermis, ottenuto da un arbusto spinoso della famiglia delle Lytraceae. E’ una pianta originaria del Nord Africa, Asia minore, Iran, che oggi è coltivata ,sopratutto, nei paesi arabi. E’ una pianta molto delicata che richiede delle condizioni climatiche ideali per poter crescere e svilupparsi, a una temperatura inferiore ai 5 gradi, infatti muore. 

Dalle foglie e i rami essicati di questa pianta, si ricava una polvere di colore giallo-verdastra, dall’odore molto forte, che contiene un pigmento colorante chiamato lawsone.

Continua a leggere
Continue Reading

Amla: alleata per capelli sani e pelle perfetta

amla

L’Amla o uva spina indiana è una pianta molto importante nella medicina ayurvedica. Il nome inci con cui viene riportato in etichetta è Emblica officinalis. 

Caratteristiche della pianta:

Phyllanthus emblica è il nome della pianta da cui viene ricavata l’Amla, che fa parte della famiglia delle Phyllanthaceae. E’ un albero da  piccole a medie dimensioni può raggiungere un altezza di 8 metri. Originaria  dell’India e in generale delle zone tropicali e subtropicali del sud-est asiatico come Cina, e Indonesia. Non è una pianta sempre-verde, le foglie cadono nella stagione autunnale. La parte interessante della pianta è data dal suo frutto, che assomiglia a una susina, dalla buccia giallo-verdognola, traslucida formata da 6 spicchi. Viene chiamata uva spina indiana proprio per la somiglianza con l’uva spina.

Continua a leggere
Continue Reading

Erbe Ayurvediche: cosa sono e come si usano

erbe ayurvediche

Nella cultura indiana l’uso di erbe ayurvediche per preservare la bellezza e il benessere ha origini antichissime

Cos'è l'Ayurveda

L’Ayurveda è la medicina tradizionale utilizzata in India. E’ una parola composta da ayur: durata della vita o longevità e veda: conoscenza rivelata. L’ayurveda, quindi, fonda il suo significato su delle pratiche, che se messe in atto, permettono di vivere più a lungo e migliorare la propria vita, salute e bellezza. Le origine antichissime risalgono al primo manoscritto che risale al 450a.c.

L’ayurveda prevede diverse discipline, le cure medicinali, i massaggi, le cure del corpo e lo yoga. 

In questo articolo ti mostro le erbe ayurvediche utilizzate per la pelle e i capelli.

Continua a leggere
Continue Reading