Aloe vera: proprietà e benefici per la pelle

aloe vera

L’Aloe vera è la pianta dell’immortalità per gli antichi Egizi, produce un gel benefico idratante e lenitivo per la cura della pelle.

Caratteristiche della pianta di Aloe Vera:

L’Aloe è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Liliaceae. E’ perenne succulenta (una pianta grassa per intenderci) e pressoché priva di fusto (acaule). Le foglie si presentano lunghe 30-50cm e larghe 10cm alla base. Hanno un colore verde intenso.

Originaria dell’Africa settentrionale, lungo il corso del Nilo in Sudan, successivamente introdotta nelle aree tropicali più calde del pianeta. Presenta una struttura interna alle foglie, detta parenchimi, che non è nient’altro che una cavità nella quale si raccoglie l’acqua, questo permette alla pianta di resistere anche in situazioni di estrema siccità.

Le piante di Aloe sono numerose, nell’Excelsa Journal sono classificate 434 specie, 71 varietà e subspecie.

Ma tranquilli, vi elencherò le caratteristiche solo di una, Aloe Barbadensis Miller (respiro di sollievo).

Aloe per uso cosmetico:

L’aloe utilizzata a scopo cosmetico è l’Aloe Barbadensis Miller, notoriamente conosciuta come Aloe vera. Da questa pianta si ricava un gel liquido, viscoso, incolore e trasparente. Questo gel è costituito per il 98.5% di acqua e 0.3% di carboidrati.

Il gel di Aloe Vera è molto sensibile e si deteriora facilmente. I prodotti presenti in commercio per quanto di buona qualità, non riescono a mantenere inalterate tutte le sostanze benefiche contenute all’interno. Per questo, se possibile, sarebbe meglio utilizzare il gel fresco direttamente prelevato dalla pianta. Sotto ti spiego come prelevarlo al meglio.

Proprietà del gel di Aloe Vera:

Eccoci alle caratteristiche eccezionali di questo gel. Ha un incredibile effetto rigenerante sui tessuti cutanei e viene utilizzato in varie circostanze.

  • Azione cicatrizzante: il gel di Aloe è in grado di accelerare la produzione di collagene da parte dei tessuti danneggiati. Questa caratteristica lo rende utile in caso di ferite di lieve entità e vesciche.
  • Azione anti-infiammatoria: il gel di Aloe inibisce a produzione dei neutro-trasmettitori prodotti localmente dai tessuti danneggiati, che provocano dolore e rossore. Riesce a penetrare il tessuto cutaneo, migiorando i micro-circolo locale. Utile in caso di contusioni, dermatire seborroica ed irritazioni gengivali.
  • Film protettivo: il gel di aloe riesce a rivestire la cute donando un effetto idratante e lenitivo. Utile in caso di ustioni ed eritemi solari.
  • Scherma i raggi UV: questo lo rende utile all’interno delle creme solari

Come prelevare il gel di Aloe Vera direttamente dalla pianta:

Come già spiegato prima, il gel di Aloe vera prelevato direttamente dalla pianta presenta una quantità maggiore di sostanze benefiche rispetto a quello acquistato.

Se si possiede una pianta di Aloe Barbadensis Miller in casa, si può prelevare direttamente da essa il gel, mettendo in atto delle misure precauzionali.

  • La pianta di Aloe deve avere ameno 4-5 anni, infatti le foglie devono essere mature.
  • Tagliare le foglie dalla base della pianta, con un coltello ben affilato e sterilizzato.
  • Eliminare la parte esterna della foglia (la parte verde) partendo dalle spine, in maniera verticale, facendo in modo di non inciderla o danneggiarla; in quanto contiene delle sostanze che possono contaminare il gel.
  • Sostituire il coltello e partendo dai lati, far scivolare la lama a contatto con il gel per rimuovere in sicurezza la parte più esterna della foglia.
  • Ora il gel è ben visibile, può essere applicato direttamente così oppure si può prelevare con un cucchiaio e applicato sulla zona da trattare.
  • Il gel che si preleva va UTILIZZATO IMMEDIATAMENTE, la conservazione non è sicura, perché in casa non sarebbe possibile adottare misure contro la proliferazione batterica.

“Quattro sono i vegetali indispensabili per il benessere dell’uomo: grano, uva, oliva, aloe. Il primo lo nutre, il secondo solleva il suo spirito, il terzo gli porta armonia, il quarto lo cura” 

-Cristoforo Colombo-

Articoli che potrebbero interessarti