Acqua di riso: per la bellezza dei capelli

acqua di riso

L’acqua di riso è un elemento prezioso per la cura e a bellezza dei capelli. Contiene vitamine ed amminoacidi che permettono di avere capelli sani e luminosi.

Cenni storici:

Durante il periodo Heian in Giappone, negli anni dal 784 al 1185 e donne di discendenza aristocratica, portavano i capelli molto lunghi che prendevano il nome di suberakashi, anche più lunghi della loro stessa altezza. Yoshiko che era una donna nobile, secondo alcuni manoscritti, aveva i capelli lunghi ben 7 metri (beh sicuro il pavimento di casa era sempre pulito); ma avevano pensato anche a questo. Venne creato un kimono chiamato Junihitoe che serviva per proteggere i capelli, dallo sfregamento con i suolo.

Le dame del periodo, risciacquavano i propri capelli con Yu-Su-Ru, che non è nient’altro che l’acqua del riso. Infatti, secondo degi studi si è notato uno stretto legame tra i capelli cosi lunghi e l’utilizzo dell’acqua di riso.

Questa pratica nata in Giappone, si è estesa anche in altre zone dell’Asia. In Cina il villaggio di Huangluo, sede delle donne native Yao è entrato nei nei Guinness dei primati come villaggio dei capelli più lunghi, che vengono considerati simbolo di prosperità, fortuna e longevità.

La Korea, il Sud est Asiatico, la Thailandia, la Cambogia e l’Indonesia presentano anch’essi nella storia, l’utilizzo dell’acqua di riso per la cura della propria bellezza.

Proprietà e caratteristiche:

I chicchi di riso contengono tantissime sostanze benefiche, tra cui amminoacidi, vitamine e minerali.

Ma c’è una sostanza che è un carboidrato, l’inositolo che ha delle proprietà eccezionali applicato sui capelli.

Questa sostanza, secondo degli studi riportati nell’International Journal of Cosmetics del 2010, migliora l’elasticità del capello e ripara i danni dovuti a una scarsa cura o agenti atmosferici. Permette una crescita più veloce, migliorando la consistenza e la morbidezza al tatto. Riesce a ridurre l’effetto crespo incrementando il volume e la lucentezza. Rinforza le radici e contrasta la forfora.

 

Come preparare l'acqua di riso: sempice e fermentata

La preparazione dell’acqua di riso richiede poco tempo, poco dispendio di denaro e pochissimi ingredienti. Ciò che occorre è dell’acqua e del riso di buona qualità.

I metodi di preparazione consistono nell’ammollo dei chicchi di riso in acqua fredda oppure portandoli a cottura. Da entrambi i metodi è possibile realizzare anche l’acqua di riso fermentata.

Acqua di riso con ammollo in acqua fredda:

Questo è il processo più veloce, basta immergere 1 parte di riso in 4 parti di acqua in un recipiente, mescolando di tanto in tanto, per permettere al riso di rilasciare sostanze benefiche all’interno dell’acqua. Coprire per almeno 30minuti/1ora. Filtrare l’acqua ottenuta ed utilizzarla.

Acqua di riso con acqua bollente:

Con questo metodo si procede alla cottura del riso in acqua bollente. Senza l’utilizzo di sale. Si elimina il riso e l’acqua ottenuta una volta raffreddata può essere immediatamente utilizzata (questo metodo è utile quando si ha in programma di cucinare del riso, così da evitare sprechi).


Acqua di riso fermentata:

Sia con l’ammollo che con la cottura è possibile ottenere l’acqua di riso fermentata. E’ un processo più lungo ma ne vale la pena.Bisogna raccogliere l’acqua ottenuta in un recipiente, lasciarla fermentare per 12-24ore mescolandola ogni tanto. Questo renderà il ph dell’acqua più acido e quindi più vicino al ph del cuoio capelluto.  Trascorso questo tempo l’acqua deve essere portata ad ebollizione per arrestare il processo di fermentazione. L’odore è molto forte e acidognolo.

Come utiizzare l'acqua di riso:

  • Come impacco pre-shampoo: massaggiare l’acqua sulla cute ( anche in sinergia con altre sostanze) e lasciarla agire almeno 30 minuti prima di procedere al lavaggio.
  • Come balsamo: dopo il consueto lavaggio con shampoo si può applicare ‘acqua di riso sui capelli, lasciandola agire qualche minuto prima di risciacquare. Questo permetterà di districare i capelli senza appesantirli.
  • Come ultimo risciacquo: diluire l’acqua di riso, sopratutto se è fermentata, 1 parte di acqua di riso e almeno 3 parti di acqua pulita. Versarla sui capelli e procedere all’asciugatura.

“I capelli sono l’ornamento più ricco delle donne” 

-Martin Lutero-

Articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *